Import Export

Si può affermare, senza ombra di dubbio, che l'import expor rappresenti uno dei punti forti dell'economia della Florida e di Miami, da tempo orientate all'internazionalizzazione di imprese e commerci

Quadro generale

Per capire quanto l'import export della Florida sia uno dei tasselli economici principali per questo stato, basti dire questo: il commercio internazionale per la Florida e Miami ha raggiunto picchi impressionanti anche in un anno difficile come il 2008. E ha continuato a mostrare, da allora, un dinamismo abbastanza unico all'interno di tutti gli Stati Uniti. Anzi, nel biennio 2011-2012, si è assistito ad un ulteriore consolidamento degli scambi commerciali che, con un giro d'affari di circa 140 miliardi, hanno confermato la posizione di leader della Florida in questo settore, con un surplus della bilancia commerciale tra i più alti degli USA. L'import export beneficia dell'ottimo andamento degli investimenti esteri, carburante economico di primaria importanza; basti pensare che la Florida è fra i primi stati americani per quanto riguarda i posti di lavoro creati da società la cui proprietà è prevalentemente estera. Tradotto in cifre significa che l'internazionalizzazione delle imprese e la buona salute del commercio estero creano, più o meno direttamente, più di un milione e mezzo di posti di lavoro.

Il ruolo di Miami

In un arco di tempo relativamente breve, circa dieci anni, l'import export della Florida è praticamente raddoppiato, facendo registrare numeri da record proprio per la contea di Miami-Dade, anche dal punto di vista occupazionale oltre che per il surplus commerciale del suo distretto doganale. Non è certo per caso che si raggiungono risultati come questi a Miami e nella sua area: questa zona infatti gode di veri punti di forza come le sue infrastrutture, il sistema bancario e di servizi finanziari e la sua posizione geografica. L'area di Miami ha nell'import export la colonna portante della sua economia proprio per la straordinaria concentrazione di imprese internazionali, moltissime giapponesi e coreane e colossi quali Oracle, Apple o IBM. Dicevamo dell'importanza della posizione geografica: la vicinanza di Miami e della sua contea all'America Latina e i Caraibi costituiscono un fattore di competitività commerciale molto forte. Tra il 2012 e il 2013 Miami, secondo statistiche redatte dall'U.S. Census Bureau, ha visto un incremento di quasi l'8% nell'export e di quasi il 17% nelle importazioni.

Scambi commerciali tra Italia e Florida

Pensiamo che, per i nostri lettori, possa essere utile una focalizzazione sull'import export tra l'Italia e la Florida. Il business più sostanzioso del flusso di merci dall'Italia alla Florida è rappresentato dalla commercializzazione di prodotti enogastronomici (vino in particolare), prodotti nautici, moda e design di lusso. Nell'ultimo triennio il business totale dei prodotti italiani verso la Florida ha avuto un incremento di oltre il 25% La Florida invece ha come core business del suo export verso l'Italia, la vendita di prodotti farmaceutici, chimici, aerospaziali e di alta tecnologia. Le imprese italiane lavorano e commerciano da e per la Florida operando sia come centri di produzione che come centri di distribuzione e logistica, beneficiando come le altre imprese, di un caposaldo dell'import export della Florida: le zone extradoganali. Sono 11, strategicamente posizionate in prossimità di snodi commerciali e infrastrutturali di Miami, Fort Lauderdale, Jacksonville, Orlando, Tampa e Palm Beach e in grado di offrire basi logistiche e servizi di immagazzinamento per le imprese.

Come esportare e vendere prodotti italiani a Miami

È chiaro che, con un tale fermento commerciale, esportare e vendere prodotti italiani a Miami sta diventando sempre più interessante per molti imprenditori grandi o piccoli che siano. La materia è comunque delicata e importante perché le normative devono essere seguite in maniera rigorosa al fine di evitare problemi di dazi e di dogane. Un sito che può fornire utili informazioni su regolamenti e leggi relative a import export con la Florida e con Miami è quello della Commissione Americana per il Commercio Internazionale al cui interno è possibile consultare un vero e proprio prontuario per la corretta classificazione e categorizzazione della merce che si vuole esportare negli Stati Uniti. Importante consultarlo anche per conoscere alcune nuove norme entrate in vigore con il Food Safety Modernization Act, tassello indispensabile per chi commercializza prodotti alimentari. Un altro valido supporto per le imprese che vogliono aprire un ramo della loro attività in Florida è quello offerto dalla società Obiettivo USA, che offre servizi a 360° per l'apertura di aziende italiane.



Scrivici se hai domande o commenti su Miami

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento