Investire e fare business a Miami

Miami è la città più ricca di uno stato, la Florida, che dopo un periodo difficile è tornata ad essere la quarta economia degli USA. Posizione geografica strategica e un'industria turistica in continua crescita ne fanno una delle città più interessanti d'America per investire e fare business

Miami non è solo una città di sole, mare e divertimento, sebbene la sua immagine sia giustamente legata a quella di lunghe spiagge e notti senza fine. Miami è anche una città sempre più votata agli affari e sempre più scelta da chi vuole investire e fare business. Dopo un periodo di difficoltà economiche, la Florida è tornata ad essere la quarta economia degli USA con un PIL che, nel 2011 ha sfiorato gli 800 miliardi di dollari.

Un'economia che ha, tra i suoi punti di forza, il turismo, ma anche alcuni settori di tecnologia avanzata come quello aerospaziale, quello elettronico e quello dei media in senso lato. E soprattutto il settore turistico, visti anche i numeri in continua crescita, resta quello in cui molti italiani vogliono investire e fare business a Miami. Non vi è dubbio che, tra i fattori di successo sia della Florida sia di Miami in particolare, risieda nella loro posizione geografica: Miami è davvero un punto di scambio e di transito tra gli USA, l'America del Sud, quella Centrale e i Caraibi. Tutto ciò ne fa una sorta di "hub economico" come porta verso molti mercati. Ma investire e fare business a Miami significa anche potersi muovere in un teatro burocratico estremamente snello e incentivante per gli investimenti stranieri.

Chi decide di investire e fare business a Miami può optare se operare come filiale o come succursale. La decisione deve essere fatta, ovviamente, in base a quelli che sono gli obiettivi di business e il tipo di società. Ricordiamo che i principali tipi di assetto societario sono la Corporation che può essere assimilata ad una società per azioni; la Limited Liability Company simile alla nostra SRL; la partnership e la sole proprietorship una sorta di società individuale.

Le Corporation possono essere di tipo C e S; la C è un'entità giuridica autonoma che può anche compiere alcuni azioni finanziarie o investimenti immobiliari. La caratteristica principale della Corporation di tipo C è quella di garantire i soci che rispondono limitatamente alla somma investita. La caratteristica principale della Corporation di tipo S è invece quella di non avere una doppia imposizione fiscale e cioè le imposte ricadono solo sui soci azionisti e non sulla società. La LLC è una sorta di "ibrido" societario che riunisce alcune caratteristiche sia delle Corporation sia della Partnership a livello di tassazione dei redditi dei soci. La Partnership appunto è l'unione di due o più individui che decidono di investire e fare business. Ogni partecipante può contribuire con capitale o con una specifica professionalità. Gli accordi economici su dividendi e profitti sono decisi dalle singole parti componenti la società.

La sole proprietorship è, per molti aspetti, la forma societaria sicuramente più facile sia da costituire sia da gestire. Bisogna però stare sempre attenti a non sovrapporre la contabilità del socio unico con quella della società; per questo motivo è fondamentale che il socio, anche se da solo, apra un conto corrente bancario a parte per la società affinché la contabilità societaria sia tracciabile e separata. Per quanto riguarda le aliquote di imposta rimandiamo alla pagina sul sistema fiscale americano.



(1) Commenti

massimiliano lorenzotti
26 aprile 2017, 15:01
Ho esperienza nell 'immobiliare e nel settore del self:lavanderie.Può essere un opportunità a Miami?Un mio amico abita in Florida e mi dice di si,ma come attività le lavanderie vengono considerate di basso profilo sociale, come spesso capita per attività svolte da stranieri in Italia.Che ne pensate?Grazie

Scrivici se hai domande o commenti su Miami

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento